martedì 28 novembre 2006

MARIE ANTOINETTE

Marie Antoniette




Aspettavo il nuovo film di Sofia Coppola con molta ansia, Maria Antonietta è da sempre un personaggio storico che mi affascina tantissimo.
Il lavoro della Coppola, già regista del giardino delle vergini suicide e del bellissimo Lost in traslation, non è esattamente una ricostruzione storica degli eventi, ma la sua personale visione di un periodo storico.


Il film è molto sperimentale, sia visivamente con dei colori pastello molto azzeccati a Versailles e più realisti fuori, sia musicalmente con una colonna sonora che spazia da  musica d'epoca a brani di Bow Wow Wow, New Order e Phoenix, Sofia Coppola ci vuole far "sentire" moderna una storia antica.
Nota di merito per i vestiti di scena veramente belli di Milena Canonero, tra l'altro non ricostruzioni perfette di quelli esistenti, ma per richiesta della Coppola stessa modernizzati e contestualizzati, un pò come vuol essere tutto il film d'altro canto.


Kirsten Dunst a suo agio nei panni della regina di Francia, offre una buona interpretazione all'inizio del film, ma poi il tutto non vola, il personaggio è sempre uguale a sè stesso o quasi, è poco sfaccettato.
Tutto il film mi è parso inconcludente, soprattutto nella parte finale, superficiale, eccessivamente patinato.
Capisco poi voler "personalizzare" una storia vera, però ci sono varie esagerazioni che non mi sono piaciute, mi è sembrato quasi di vedere Dawson Creek a Versailles e ciò non è bello.
Quasi come se la storia dovesse essere "sdoganata" alle nuove generazioni... ma perché?





Squallidissima la botta e via con Fersen, veramente un personaggio che meritava maggior approfondimento ma che qui era alla stregua di un playboy senz'anima.
Per fortuna nella realtà le cose andarono diversamente e a parte che non si sa nemmeno se i due hanno consumato o no l'atto sessuale, questo è poco importante, ma si sa per certo che sono rimasti in contatto tutta la vita e che Fersen non si è MAI sposato perché non è riuscito a dimenticare la sua regina.
Anche altre cose le ho trovate fortemente fuori luogo, come la Dubarry, Asia Argento, che rutta a tavola davanti a tutta la corte, dubito fortemente che fosse una cosa possibile, o che peggio ancora si permette di urtare in corridoio la futura regina di Francia come se nulla fosse.

Peccato veramente, le basi per fare un grande film c'erano tutte e l'inizio è più che buono. Direi che il tutto regge sino a metà pellicola, poi cade rovinosamente su una trama lasciata spesso scontata e personaggi mai approfonditi, che non evolvono, sempre uguali a sè stessi per tutta la durata della storia, per non parlare del finale che lascia lo spettatore con l'amaro in bocca, veramente inconcludente!
Vi consiglio di guardarlo solo se non avete particolare aspettative, forse potreste godervi questo film più di me.
Intanto spero che esca prima o poi un DVD con delle scene tagliate... sempre se esistono...







11 commenti:

  1. Avevo paura di essere il "solo" ad essermi trovato con l'amaro in bocca dopo la visione di questo film ... Ripeto: non è brutto, ma mi ha un po' deluso, soprattutto la seconda parte.Eppure su altri blog questo film viene incensato ... io ho deciso di andarlo a rivedere: non fosse mai che le mie aspettative mi abbiano portato fuori strada! Ah, poi voglio vedere la scena delle "All Star" che purtroppo ho perso!Ciao, Ale.

    RispondiElimina
  2. Ciao Vale, semmai ti consiglio di noleggiarlo quando ne avrai l'occasione, 7 euro sono un pò tanti per questo film!;)
    Tranquilla che non vi abbandono, semplicemente ultimamente ho avuto un pò di casini....'^^


    Ale, io non lo rivedrei ora perché ho ben presente ciò che non mi è piaciuto e rivedendolo difficilmente potrei ricredermi, per me è un film da sufficienza, non certo chissà che capolavoro.
    Devo dire xò che è bello in particolare l'inizio, anche come regia...e ovviamente l'ambientazione, peccato il seguitare della pellicola che non è all'altezza...

    La scena che dici tu delle All star è quella dove si vedono delle scarpe moderne nel guardaroba della regina vero? me la sono persa pure io, ma ti dirò... meglio così va....

    RispondiElimina
  3. Mi è sembrato un film abbastanza vuoto, con personaggi senza spessore e con un finale senza senso, che condensa inutilmente la parte più interessante della vicenda in 15 velocissimi minuti, dopo una sbrodolata di ore e ore su pasticcini e scarpette.
    La parte più bassa del film mi è sembrata Antonietta che immagina Fersen in pose da Calendario Pirelli! Mi ha fatto abbastanza ridere ^_^
    Daddun circa a che punto del film è la scena delle All Star? Voglio vederla!

    Rumik

    RispondiElimina
  4. dovrebbe essere quando inquadrano tutte le scarpe, circa all'inizio del film, poco dopo il matrimonio credo.

    Per il resto le pose di Fessen ricordavano vagamente un celebre quadro di Napoleone, certo non so se sia una citazione o meno ma quel pezzo è veramente ridicolo.

    RispondiElimina
  5. Se quella scena è all'inzio tanto meglio ci metto meno a cercarla :pp
    Tra l'altro la citazione di Napoleone è un altro elemento di modernizzazione visto che Napoleone è successivo alla rivoluzione francese. Non mi è sembrata una scelta molto azzeccata, c'entrava come i cavoli a merenda... Un miscuglione insensato...

    Rumik

    RispondiElimina
  6. bè cosa c'entra... pensa che quel pittore è lo stesso che ha ritratto Maria Antonietta sul carro che l'avrebbe portata alla decapitazione, ne esiste solo uno schizzo purtroppo e anche un pò caricaturale, ma le citazioni non hanno bisogno di collocazioni storiche per noi contemporanei per essere funzionali.;P

    Vi posto il disegno di cui parlo:

    RispondiElimina
  7. a me nel complesso è piaciuto abbastanza... concordo con te sui costumi e la colonna sonora.....
    e anke Per il fatto ke cmq dà la sensazione di un film a metà, incompleto...nel complesso si lascia guardare....
    Betta

    RispondiElimina
  8. Per quanto riguarda il rutto è la cosa + vera del film XD
    Re, regine e intimi degli stessi non badavano certo alle buone maniere O.o
    A tavola ruttavano e fetavano come non mai...
    loro potevano tutto...erano il re e la regina...^^...
    Anche se fuori la gente moriva di fame...li mortacci loro =_=

    RispondiElimina
  9. Fantasy la Dubarry era una persona molto fine a differenza di quello che fanno vedere nel film, nonostante i suoi trascorsi era una donna di classe!

    @jensen Benvenuto! Hai perfettamente ragione..;)

    @bubbles, ti consiglio anche io di noleggiarlo... al cinema son soldi sprecati.

    @nobettanoparty... si lascia guardare se non sei particolarmente affezionato alla storia diciamo...
    Ieri ho visto il primo film su Maria Antonietta, del 1938, ed è veramente bello! Anche se storicamente non è sempre fedele ne dà un ottima interpretazione, tra l'altro è preso dalla prima biografia su MA di Stefan Zweig... devo troppo leggerla!


    Buon week end a todos dal DarkAryn rivoluzionario!

    RispondiElimina
  10. ora spiegami..xkè tt le volte ke decido d andare a vedere un film...te me lo smonti XD
    uffi XD
    cmq..grazie per gli auguri^^
    e sopratt..io e te dobbiamo parlare eh!XD
    bacioneeee!!!!!!!

    RispondiElimina
  11. utente anonimo4 dicembre 2006 16:17

    Maria Antonietta, gran personaggio, considerato la carneficie per generazioni la si riscopre invece vittima. Il film non l´ho visto, ma mi interessa per i vestiti e le location, per il resto non mi aspetto molto.
    Grazie per la recensione.

    Sery

    RispondiElimina

Ciao Alita

Quando sei arrivata nella mia vita, ormai nel lontano 2003, mai avrei immaginato che tu potessi entrarmi tanto nel cuore. Devi sapere, c...