domenica 27 luglio 2008

Il cavaliere oscuro

il cavaliere oscuro

"O muori da eroe o vivi tanto a lungo da diventare il cattivo"







Il tanto atteso Cavaliere oscuro è finalmente approdato nelle nostre sale, la risonanza mondiale è stata spaventosa, tanto da assicurare al film il record di miglior esordio di sempre, ma tanto clamore è meritato o è tutto “merito” della morte di Heath Ledger?

Batman e James Gordon si alleano con il nuovo procuratore di Gotham, Harvey Dent, per combattere il crimine organizzato che sta dilagando in città e fermare un pericolosissimo rapinatore psicotico, Joker, che ha gettato la città nel caos.
La trama è molto più complessa di ciò che ci si può aspettare da un film del genere, le sottotrame, le sfacettature dei personaggi sono veramente molte.



L’approfondimento psicologico dei personaggi e, in particolare, il sottile confine tra bene e male, viene approfondito molto, infatti non esiste bene senza male, e a volte per fare qualcosa di buono bisogna prendere la parvenza del demonio più oscuro. Questo è il perno centrale del film, film che soddisfa davvero, seppur non mancante di difetti, vedi l’eccessiva lunghezza.

A differenza di Batman Begins, questo nuovo capitolo mi ha decisamente coinvolto e mi ha fatto pensare molte volte di essere davanti a uno dei migliori film del genere, se non il migliore.



Il Joker del compianto Heath Ledger è veramente efficace, moderno, dirompente, anni luce lontano dalla meravigliosa interpretazione di Nicholson, ma nello stesso tempo a pari merito efficace, mostrandoci un lato del villain non stereotipato e molto vicino alle ultimi rappresentazioni del personaggio in versione cartacea.
Le parti migliori del film sono sicuramente quelle dove vedono protagonista Ledger, c’è poco da dire, veramente superbo. Grande anche il doppiatore italiano, parlo di Adriano Giannini, figlio del più noto Giancarlo che ebbe l’onere di doppiare Nicholson nel Batman di Burton. Peccato invece per la voce italiana data a Batman, Claudio Santamaria non mi ha convinto affatto.





La sceneggiatura dei fratelli Nolan è piuttosto corposa ma al tempo stesso molto solida e di sicuro impatto. Personalmente avrei alleggerito alcune parti, ma tantè che il film funziona bene anche così. I dialoghi sono quasi sempre efficaci e raramente scontati.


Non mi ha totalmente convinto l’attrice che ha sostituito Katie Holmes nella parte di Rachel, Maggie Gyllenhaa, molto anonima, non che la Holmes avesse comunque ‘sto gran carisma ma almeno è una bella donna.

Finalmete ispirata la parte di Gary Oldman, James Gordon, soprattutto nelle parti finali molto convincente come interpretazione.



Il Batman di Christian Bale è molto buono, perfettamente a suo agio nel ruolo di “personaggio secondario”, la vera star del film è ovviamente Joker. Molto belli anche i dialoghi tra Bale e Michael Caine, alias Alfred.

Molto buona la regia di Nolan, fotografia stupenda, così come le musiche, mai ingombranti e sempre tese a sottolineare l’azione.



Concludo rispondendo al mio quesito iniziale:

sì tanto clamore è meritato, anzi strameritato, andatelo a vedere, sia se siete amanti del fumetto, sia se siete amanti del buon cinema, questa è una pellicola che va oltre la classica operazione commerciale, oltre il fumettone, è uno di quei film che rimarranno nella storia per la qualità indiscutibile che porta.




12 commenti:

  1. Mi spiace Toad, è un film che merita di essere visto al cinema.


    @DarkSnake, è un pò triste è vero, ma la figura del Joker ha sempre avuto gran risalto... ricordo ben più strumentalizzazione nel periodo del Corvo.

    RispondiElimina
  2. dunque io non ci sono andata al cinema, probabilmente lo noleggerò, più che altro per questioni monetarie e perché nessuno verrebbe con me :/
    comunque mi ha tolto le parole di bocca, rivoglio la Katie!!!! quella nuova Rachel è proprio un cesso!!!!

    RispondiElimina
  3. ...la nuova rachel è davvero misera, neanche ne ho parlato nel mio post, me la son proprio scordata, assurdo XD!
    ...hai perfettamente ragione sul fatto che Batman sia il personaggio secondario, infatti secondo me non han fatto gli spot incentrati sul Joker per strumentalizzare la morte di Ledger (o almeno non solo) ma proprio perchè è lui il centro della storia. E per me è stato anche meglio del già splendido Nicholson, e per dirlo io che adoro il primo film... non so, ma l'ho trovato davvero magnifico!

    RispondiElimina
  4. Non avevo dubbi sul fatto che te ne saresti innamorato. ^^

    Non a caso, "Il cavaliere oscuro" non segue il classico format dei cine-comics. E' sicuramente la punta più alta raggiunta dal genere.
    Il film, più che opera di stampo esageratamente "fumettoso" nasce come thriller metropolitano, e fa suo ritmo, suspance e azione definendo un nuovo stile interpretativo, che sono sicuro, verrà preso a modello da moltissimi registi in futuro. Mi capita già di leggere pressbook in cui i registi parlano di un "approccio alla Nolan" (è questo il caso del nuovo Wolverine, e così voleva Louis Leterrier)...

    RispondiElimina
  5. a me è piaciuto molto... se non per il doppiaggio di christian bale!!! Anche se per me va visto in lingua originale... devo provvedere quanto prima.

    ps io avrei scelto un altro attore per il joker... chi? Passa da me per scoprirlo!!!

    pps total respect per heath ledger. un grande attore morto proprio mentre iniziava a dimostrare le sue qualità.

    NITE

    RispondiElimina
  6. Anche io sono andata al cinema, non potevo mancare all'appuntamento con il "Cavaliere Oscuro"... essendo un'appassionata di fumetti non potevo perdermi questo film, anche se a dire la verità è un film un po diverso rispetto alle altre pellicole ispirate a un eroe fumettiano... un po' più violento più "realista"...più "dark"..non a caso il film si intitola "THE DARK KNIGHT" ...e come se non bastasse a rendere il film ancora più "macabro" c'è la presenza dell'attore defunto qualche mese fa Health Ledger nel ruolo del criminale più pazzo dei fumetti...Joker!
    Il film mi è piaciuto anche se troppo lungo (sono entrata in sala alle 22:10 e sono uscita all'1:00
    Azzeccatissima la scelta degli attori, bravo Christian Bale , sublime l'interpretazione di Joker, (sono d'accordissimo con l'attribuzione di un oscar) ....non mi è tanto piaciuta l'attrice che interpreta Rachel.. inespressiva...era meglio la Katie Holmes.
    Cmq tutto sommato un ottimo film da gustarsi al cinema...l'attesa di 3 anni è stata premiata!
    Un bacio Piroooooooo
    MaRyJ :)

    RispondiElimina
  7. è sicuramente un gran film questo, ma ha anche i suoi difettucci, vuoi la lunghezza, vuoi qualche passaggio un pò legnoso.

    Sicuramente detta uno standard nuovo per le pellicole super eroistiche, e spero che più registi si decidano a segure l'esempio di Nolan.

    L'Oscar a Heath, non so, vediamo chi c'è in lizza, sicuramente potrebbe starci.

    Una cosina Mary, il titolo richiama sia l'atmosfera cupa, sia la miniserie di Frank Miller del 1986 che ha rilanciato il personaggio.;*

    RispondiElimina
  8. L'ho visto ieri sera e mi è piaciuto moltissimo. Concordo con quello che hai detto sull'attrice che interpreta Rachel: davvero anonima! Non mi era piaciuta Katie Holmes, ma questa è anche peggio! :/
    Le cose migliori del film secondo me sono l'interpretazione di Heath Ledger e l'introspezione psicologica dei personaggi. Verissimo che tra bene e male ci sia un confine sottilissimo. E' stato molto bravo Nolan a riuscire a far risaltare proprio questo aspetto.
    Per quanto riguarda la lunghezza a me non è pesata affatto. Credo fosse necessaria allo sviluppo della trama...
    Ciao e Buona Giornata! ^__^

    RispondiElimina
  9. Grandissimo film e soprattutto enorme Christopher Nolan!!!Ciao, Ale

    RispondiElimina
  10. Ciaooooo!!!! Sono finalmente tornata!!!
    Era da tempo che volevo dirti che mio fratello mi ha portato da Roma la saga completa di "Venerdì 12",di cui avevi parlato tempo fa, e la amo!!!!!!
    A presto,baci!

    RispondiElimina
  11. Anche io sono rimasta piacevolmente colpita dal film, anche se (lo so, vado controcorrente) questo nuovo Alfred non mi piace. Preferivo il paterno e saggio maggiordomo del Batman di George Clooney. Questo nuovo Alfred è saccente e fa il saputello. Bruce sembra pendere dalle sue labbra! E la nuova Rachel sembra una rana... Tra i due mali, meglio la Holmes. Non ho aggettivi per definire Joker, mi è piaciuto tantissimo e non ho parole.
    Peccato che DueFacce ha avuto poco spazio nella storia, sarebbe stato divertente approfondirlo ma Ledger ha dominato lo schermo in tutto e per tutto.

    RispondiElimina
  12. Il mio dramma è dover ammettere che questo joker m'è piaciuto più di quello vecchio (nicholson è il mio guru spirituale)...

    Odio vedere vacillare le certezze...

    RispondiElimina

Super Nintendo Mini

Nelle mie mani pacioccose Gia l'anno scorso Nintendo ci ha deliziato con l'uscita del primo Nes 8 Bit in versione mini....