mercoledì 6 agosto 2008

Randy Pausch - L'ultima lezione

L'ultima lezione




“Non so come si fa a non divertirsi. Sto per  morire e mi diverto. E ho intenzione di  continuare a divertirmi per ogni singolo giorno  che mi resta. Perché non c’è altro modo di vivere.”





Ci sono uomini che vivono una vita ai margini, e ci sono uomini come Pausch che decidono di vivere ogni secondo come se fosse l'ultimo.
Randy Pausch è stato un professore di informatica, interazione umano-computer e design presso la Carnegie Mellon University (CMU) di Pittsburgh, Pennsylvania.
Dopo che gli è stato diagnosticato il cancro al pancreas nel settembre del 2006, ha deciso di spendere gli ultimi mesi della sua vita lasciando insegnamenti per la comunità, ma soprattutto per i suoi figli. Decide così di tenere un'ultima lezione nel settembre del 2007, intitolandola "Realizzate i Vostri Sogni d'Infanzia". Davanti una platea di 400 persone, Pausch ha regalato perle di vita e di ottmismo, nonostante la malattia lo stesse uccidendo.

La cosa ha avuto un grandissimo riscontro mediatico, tanto che Pausch è stato nominato "Person of the Week" nel programma "World News with Charles Gibson" dell'emittente americana ABC il 21 settembre 2007. La sua "Last Lecture" ha avuto la capacità di attirare grande attenzione da parte dei media internazionali ed è diventata un vero e proprio successo su internet con oltre un milione di visualizzazioni nel primo mese dalla sua uscita.

Il libro non è altro che un concentrato di quel che è stata la filosofia di Pausch e ci sono molti aneddoti sulla ormai famosa "ultima lezione". Consiglio quindi la lettura a chi vuole approfondire l'argomento, è uno scritto molto scorrevole e per nulla appesantito dal cancro dell'autore.
Nota di demerito per il titolo dell'edizione Italiana, l'originale è semplicemente "the last lecture", invece da noi è stato allungato con un bel "la vita spiegata da un uomo che muore", molto di cattivo gusto a mio parere.

Purtroppo Randy Pausch si è spento il 25 luglio scorso, ma le sue parole, la sua forza, rimarranno nel tempo. Ha dimostrato quanto è grande il potere dei sogni, e quanto sia importante non arrendersi, anche quando tutto sembra volgere contro di noi.

Vi posto il video del suo intervento del 22 ottobre 2007 al "The Oprah Winfrey Show", dove Randy ha potuto riproporre, seppur in modo stringato, la sua lezione:









4 commenti:

  1. utente anonimo6 agosto 2008 23:10

    non lo sapevo che l'edizione italiana avesse quel pessimo secondo titolo ..davvero non azzeccata come scelta...

    povero Randy, speravo non arrivasse mai il giorno della sua morte.. rimarrà un esempio per tanti per i concetti che ha espresso.. concordo soprattutto sul punto in cui parla di "uccidere la televisione" .. (se ogni tanto parlassero anche di gente come lui senza fare per forza sensazionalismo da studio aperto, sarebbe comunque uno strumento un pò meno dannoso)

    RispondiElimina
  2. utente anonimo8 agosto 2008 12:38

    "Vivete ogni giorno come se fosse l'ultimo" (cit.)


    D@Ve

    RispondiElimina
  3. ...è una scemenza, ma non ho potuto resistere XD!...hai appena ricevuto il prestigioso Premio Brillante Weblog 2008! Vieni a vedere il mio ultimo post, c'è spiegato tutto, ciao ^__^!

    RispondiElimina

Super Nintendo Mini

Nelle mie mani pacioccose Gia l'anno scorso Nintendo ci ha deliziato con l'uscita del primo Nes 8 Bit in versione mini....