martedì 3 giugno 2014

Visita al Parco della Villa di Pallavicino a Stresa


Con la bellissima "Vela" di Gino Corsanini


Questa domenica mi sono concesso una bella gita al lago, mi piace, è una cosa che mi rilassa molto; il rumore dell'acqua, il suo movimento, l'aria che si respira. Non ero mai stato a Stresa, appena arrivato ho notato che all'entrata della cittadina c'è ben evidenziato un parco con gli animali, mi sono detto: lo tengo buono come opzione per la giornata. Mangio qualcosa, e chiedo in giro cosa c'è di interessante da fare, mi dicono così che se ho figli piccoli di portarli al parco, altrimenti di prendere il battello e fare il giro delle isole limitrofe, ovviamente cosa ho scelto? Ma naturalmente il parco.
Prima di tutto devo scrivere che Stresa è una città molto carina, certo trovar parcheggio nei giorni clou non è facile, ma per il resto è veramente deliziosa.
Non avendo parcheggiato davanti al parco, mi sono fatto un tratto a piedi, e ho potuto ammirare il bellissimo panorama che ha da offrire Stresa, ogni tanto rimanevo incantato da cose come queste:



Arrivato al Parco della Villa di Pallavicino, ho pagato i miei 9,50 €, non temete non è tanto, si parla di circa 20 ettari, ci ho messo circa 3 ore a vederlo tutto, girandolo con calma. All'entrata vi consegnano una mappa:


Inizialmente mi sono detto, ok, mi perderò, ma così non è stato; il percorso è libero, ma nello stesso tempo guidato, anche se ho sempre avuto la sensazione di perdermi qualcosa, talmente tanto c'è da vedere.
Appena ci si addentra un po' si viene subito accolti dal verde, dalle rose, dal bellissimo paesaggio naturale.








A un certo punto sono arrivato in quella che si può benissimo definire come una fattoria, con caprette, anche di pochi mesi, lama, pecore, tutte insieme, senza recinzioni di sorta si può passargli accanto, accarezzarle, vivere appieno la natura.

Questo lama pare incuriosito dalla mia presenza


Mi ha colpito una gabbia con dentro una povera aquila non più in grado di volare, vedere un animale di tale fierezza e nobiltà, suo malgrado, costretto in uno spazio mi è dispiaciuto, anche se sicuramente va il plauso a chi si occupa della bestiola, perché altrimenti non sarebbe durata molto tempo.
All'interno della grande area si trova un po' di tutto, alberi secolari, sentieri, fiumiciattoli, piccole cascatelle naturali, ponti. Ci sono vari punti di ristoro, dove potete trovare bar, bagni, un piccolo negozio che vende souvenir di ogni tipo, aree per far giocare i bambini, area pic-nic.
Bellissima la zona dei roseti. attigua si trova anche la bella fontana, alcune statue, molto ottocentesco come stile, non a caso l'enorme villa che si trova all'interno del parco è proprio di quegli anni.

Non si trova una carta in giro, ed è tutto estremamente pulito e ben tenuto, cosa che mi ha davvero piacevolmente colpito. Come animali ce sono di tutti i tipi: zebre, daini, volpi, castori, anatre, cicogne,  fenicotteri, gufi, pappagalli vari, daini, canguri; la maggior parte di loro è chiusa nei ricinti, o in grandi gabbie, mentre alcuni, come i pavoni, girano liberamente per la tenuta.

Questo pavone ha trovato la via di fuga ideale dai bambini!


Quindi, se passate dalle parti di Stresa, e volete trascorrere un pomeriggio rilassante in mezzo alla natura, vi consiglio caldamente di visitare questo meraviglioso parco. A riguardo vi lascio il sito ufficiale:
Per avere qualche informazione sulla Villa di Pallavicino: http://www.lagomaggiore.net/38/villa-pallavicino.htm

Alcune foto:



Grande Puffo dove sei?



Questo malefico mi ha morso!


Già che ci sono, come meta ulteriore, vi consiglio di vedere Feriolo, piccola località a circa 7 km da Stresa, davvero suggestiva, e con qualche scorcio che mi ha ricordato il mare:

  



Alla prossima! :)

Nessun commento:

Posta un commento

Ciao Alita

Quando sei arrivata nella mia vita, ormai nel lontano 2003, mai avrei immaginato che tu potessi entrarmi tanto nel cuore. Devi sapere, c...