domenica 27 maggio 2012

Biancaneve




Ogni tanto bisogna pur guardarsi dei film leggeri, e in questa domenica vagamente piovosa mi sono visto Biancaneve, l'ultimo film di Tarsem Singh,  regista famoso per aver girato The Cell e videoclip come Losing my religion dei R.E.M.
Prima di tutto voglio sottolineare che questa pellicola non ripercorre canonicamente la fiaba, ma cerca di rimodernarla rendendola più attuale, ironica e ritmata.
Abbiamo sempre una matrigna cattiva, interpretata da una brava Julia Roberts, Biancaneve, il Principe e i nani.
Quindi che cambia rispetto alla favola originaria?
Cambia l'approccio, è molto paricolare e gioca a ribaltare molti ruoli.
Tanto per dire i nani siamo abituati a immaginarceli pacioccosi e burloni, qui sono un manipolo di briganti attaccabrighe mossi dal fatto di essere stati allontanati dal regno dalla regina per colpa della loro "diversità".
Il principe non è il solito eroe senza macchia e paura, ma è un po' pasticcione e imbranato.
Biancaneve non è un inerte fanciulla, ma la vera eroina della vicenda, sarà lei a salvare il regno.
Niente donzella da risvegliare con un bacio quindi.

Cavolo devo ammetterlo, questo film è dannatamente divertente. Mi ha ricordato altre opere del passato, infatti ho provato la stessa sensazione di quando da ragazzino vidi Labyrinth per la prima volta.
L'ironia spesso tagliente, il giocare nel far valere il ruolo della donna nella storia, nel ribaltare vari cliché narrativi, il sapiente uso dei ritmi registici, rendono questa pellicola una piccola perla.

Tra gli attori voglio citare, in particolare la graziosissima Lily Collins, l'attrice che interpreta Biancaneve. Figlia del cantante Phil Collins, Lily ha un passato da giornalista e nel corso della pellicola oltre a dimostrare una fotogenia non certo comune, dà anche dimostrazione di avere una voce più che gradevole.
I costumi sono di Eiko Ishioka, ci tengo a segnalarlo perché purtroppo è scomparsa di recente e questo è l'ultimo film a cui ha lavorato; tra le altre cose va ricordata per aver vinto un Oscar con i suoi splendidi costumi nel Dracula ad opera di Francis Ford Coppola.

Segnalo che a luglio uscirà un altro film ispirato alla favola dei Fratelli Grimm, si chiamerà Biancaneve e il cacciatore, e dal trailer direi che avrà un approccio molto più horror. Sono curioso di vedere anche questa ennesima rivistazione di una favola che pare proprio essere senza tempo.

Vi lascio con la dolcissima Lily Collins e con la sua interpretazione di I Belive (in love) canzone scritta da Alan Menken, vincitore di ben 8 premi Oscar per aver composto colonne sonore come quelle per Alladin, La Sirenetta, Hercules, e La Bella e la bestia:



Nessun commento:

Posta un commento

Ciao Alita

Quando sei arrivata nella mia vita, ormai nel lontano 2003, mai avrei immaginato che tu potessi entrarmi tanto nel cuore. Devi sapere, c...