sabato 12 maggio 2012

Batman di Tim Burton



"Who are you?" " I'M BATMAN" 

Ricordo ancora benissimo quando nel lontano 1989 andai nell'affollatissimo cinema del mio paese per vedere quello che era il film del momento: Batman. La Bat-mania dilagava, ogni giorno c'erano speciali in tv, servizi, si poteva vedere il pipistrello ovunque.

Proprio in quegli anni il personaggio creato da Bob Kane e Bill Finger aveva subito uno svecchiamento, un remake che non passò inosservato al cinema che stava già corteggiando da anni il personaggio. In quel periodo infatti uscirono i comics che rilanciarono definitivamente Batman, mi riferisco a The dark knight returns di Frank Miller e a The Killing Joke di Alan Moore, entrambi furono poi ispiratori per Tim Burton.
Non tutti sanno che il regista non è mai stato un grande lettore di fumetti, tanto meno un estimatore del pipistrellone, ma i comics che ho citato colpirono molto Burton, al punto che il dualismo Joker - Batman che si vede nell'opera di Moore è servita da ispirazione per la pellicola.

Quando il live action di Batman uscì nel 1989, a parte qualche infelice operazione, e la serie degli anni '60 con Adam West, non c'erano precedenti degni di nota; un character che nelle intenzioni di Bob Kane doveva essere solitario, violento, misterioso, e non certo quella macchietta che è diventata negli anni per colpa di una direzione artistica poco interessata alla qualità ma molto al denaro.
Tim Burton ha il grandissimo merito di aver contribuito nel riportare il personaggio alle sue origini, di aver spianato la strada a ciò che vediamo oggi a opera di Nolan.
Alcune scelte che ci sono state in questa pellicola sono state iper criticate, ma con il senno di poi posso scrivere senza problemi che Burton ha colto nel segno.
Prendiamo Michael Keaton, l'attore che interpreta Batman, ci furono tantissime polemiche per questa scelta. In quel periodo il suo sodalizio artistico con Burton era derivato da Beetlejuice - Spiritello porcello, commedia Horror del '88, e in effetti era difficile immaginare il "piccolo" Keaton nei panni di un gigante come Bruce Wayne, eppure... eppure fu eccezionale! Complice sicuramente il meraviglioso costume di Bob Ringwood, ma mai Batman fu tanto convincente e "cool".


Il cast della pellicola è veramente di grande qualità basta pensare a Jack Nicholson, fortemente voluto da Bob Kane, nei panni di Joker. Certo qualche retaggio di Cesar Romero (attore che interpretò il personaggio nella serie anni '60) c'è, inutile negarlo, ma rimane un interpretazione iconica, che è rimasta e rimarrà sempre nella storia.
Kim Basinger nei panni di Vicky Vale, quale donna poteva essere più credibile per far cadere la maschera al cavaliere oscuro?
L'eccezionale colonna sonora di Danny Elfman, vincitrice di un Grammy, credo tra le migliori di sempre, sonorità che sono entrate nell'immaginario collettivo quasi al pari di quelle di Williams per Superman. Senza contare le coinvolgenti canzoni di Prince (come dimenticare la "Bat-Dance") che diedero anche vita a un cd molto bello.
Vogliamo parlare della scenografia? La Gotham City di Anton Furst vinse un Oscar come miglior scenografia nel 1990 (autore tra le altre cose della splendida Batmobile).

Come avrete capito adoro letteralmente questa pellicola, non c'è quasi niente che toglierei, forse alcune scene un po' troppo "fumettose". Credo che avrei lasciato la morte di Vicky Vale nel finale, così almeno recitava il copione iniziale.

Nonostante i suoi 23 anni, questo Batman rimane uno dei film più belli tratti da un fumetto, fautore di un genere, creatore di atmosfere che ancora oggi riescono ad affascinare, ammaliare nella loro tela magica, fatta di luce e oscurità.



Segnalo, agli appassionati, l'uscita da parte di Hot Toys di due Dolls veramente stupende dedicate a Batman e Joker, per ora ho comprato solo il primo, ma chissà che un giorno non riesca a rimediare anche al secondo.

5 commenti:

  1. Anche Batman Returns devo dire aveva il suo perchè anzi rispetto ai film di Nolan diciamo che il Batman di Tim Burton è certamente più in linea con il fumetto almeno a mio parere anche se i film di Nolan tecnicamente parlando sono qualcosa di incredibile,salutoni. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Batman Returns è molto bello, ma per quanto mi riguarda non ha il valore del primo, per molti motivi, ma ha un carisma diverso su di me.

      Concordo con te che l'interpretazione di Tim Burton di Batman è stata più in linea con il fumetto, almeno con l'idea originaria, credo anche che l'aver avuto sul set Bob Kane abbia aiutato molto, infatti ha dato molti consigli, anche a Nicholson, sono stati proprio cambiati punti della sceneggiatura in virtù di questo.
      C'è da sottolineare che i film di Nolan non sono accumulabili a quelli di Burton, sono opere troppo diverse, nate in anni molto distanti, ed è questo il loro bello. Tra l'altro Begins è stato ispirato da Anno Uno di Frank Miller.
      Quindi diciamo che le opere di Burton sono più vicine all'idea iniziale del cavaliere oscuro.


      Salutoni a te e grazie della visita!

      Elimina
  2. batman era ,e' e resta quello dei due film di tim burton.lo dice un lettore/divoratore nonche' disegnatore di fumetti:]

    RispondiElimina
  3. Finalmente posso leggere un bel blog dove qualcuno parla in maniera sensata di uno dei migliori comic book movie della storia, nonchè capostipite di un modo completamente nuovo di fare film!! Complimenti per quello che hai scritto, in poche righe hai davvero colto nel segno :D Un saluto a te e se vuoi segui la mia pagina;

    https://www.facebook.com/BatmanMichaelKeaton

    Dedicato al miglior Batman di sempre!!!

    RispondiElimina
  4. Grazie della visita e del commento!

    RispondiElimina

Ciao Alita

Quando sei arrivata nella mia vita, ormai nel lontano 2003, mai avrei immaginato che tu potessi entrarmi tanto nel cuore. Devi sapere, c...