domenica 24 luglio 2011

La scomparsa di Amy Winehouse


Amy Winehouse


La morte di Amy Winehouse mi ha colpito. Nonostante tutto speravo sempre che si potesse riprendere, che potesse rialzarsi e uscire dalla droga e dalla depressione in cui era caduta ormai da anni.
Vedere un'artista di talento, una persona, bruciarsi è sempre una cosa desolante. Purtroppo Amy ha ripercorso la via che tanti altri prima di lei avevano già intrapreso. L'autodistruzione è una cosa comune a molti artisti e ora non dovrebbe stare a noi giudicare, semmai cercare di trarne un insegnamento, se è possibile.

Scrivo questo perché sono rammaricato da un atteggiamento che sto leggendo spesso in queste ore sul web: "Amy se l'è cercata, è stata stupida, quindi non merita nessuna compassione".

Auguro a queste persone di non avere mai un famigliare drogato, mai nessuno vicino con problemi di dipendenze... purtroppo sono cose che ho vissuto e so bene quali mostri si celano dietro a certe situazioni... è troppo facile giudicare, troppo facile sparare sentenze.


Ciao Amy. Spero che almeno ora tu possa aver trovato la pace che non hai trovato in vita.
Voglio ricordarti così:



3 commenti:

  1. hai perfettamente ragione, è come quelli che danno dello stupido a Cobain perchè si è suicidato... "ma come faceva ad essere depresso, era ricco!!!" ...vabbè, lasciamo stare ^^'...

    RispondiElimina
  2. la sensibilita, l'umanità, la comprensione, non sono una cosa molto diffusa e purtroppo lo si può vedere ogni giorno.
    Pensiamo a cosa è successo in Norvegia, c'è dentro tutto su quanto l'uomo abbia ancora da imparare e crescere.
    Poi quando a stare male è qualcuno ricco e famoso vengono fuori tutte le frustrazioni, tutta la cattiveria e la gelosia insita nell'animo della maggior parte di quella che chiamiamo "umanità".

    RispondiElimina
  3. Volevo commentare il tuo ultimo post ma non mi è possibile (materialmente, non mi fa commentare). E' davvero ironico che proprio oggi sia tu che io abbiamo aggiornato dopo un sacco di tempo, anche se ormai io tendo a non esprimere più i miei pensieri intimi, ma solo piccoli frammenti dati da canzoni o altro.
    Mi dispiace davvero tanto da dall'ultima volta che ti ho letto la situazione non sia migliorata, e purtroppo vorrei poterti dare una risposta per quanto riguarda i rapporti umani, però temo che sia impossibile. A volte le persone agiscono in modi che forse nemmeno loro sanno spiegarsi e il fatto che tu cerchi in te stesso un motivo ti dà almeno l'onore, per così dire, di aver provato a capire. Ma in fin dei conti quando qualcosa si rompe, non sempre c'è una spiegazione plausibile, a volte succede e basta.
    Un bacione

    RispondiElimina

Ciao Alita

Quando sei arrivata nella mia vita, ormai nel lontano 2003, mai avrei immaginato che tu potessi entrarmi tanto nel cuore. Devi sapere, c...