venerdì 25 giugno 2010

Un anno senza Michael Jackson

Michael Jackson




Ebbene si è passato già un anno dal fatidico 25 giugno 2009, giorno che vide la scomparsa di una delle più grandi icone della musica di sempre: Michael Jackson.

In tutto il mondo si sprecano tributi e ricordi per l'artista scomparso, mi domando sempre se tutto questo affetto si fosse manifestato con Michael in vita cosa sarebbe potuto accadere. Forse la solitudine e il dolore di un uomo troppo famoso e vessato si sarebbe sanata in qualche modo? o le ferite inflittegli da accuse infamanti e da stampa troppo tendenziosa eran ormai troppo grandi?

A proposito del torbido che gira intorno alla figura di Michael voglio segnalare un libro uscito ieri, si chiama "Michael Jackson Il complotto" di Aphrodite Jones, autrice bestseller del New York Times e giornalista di Discovery Channel e Fox News.
 “Questo libro - scrive la Jones che ha pubblicato l’opera negli Stati Uniti nel giugno 2007 - rivela la verità su ciò che accadde dentro e fuori il tribunale durante il clamoroso processo a Jackson a Santa Maria, California. Nel 2005 ero convinta che fosse colpevole, ma sapevo che l’unico modo per conoscere la verità era andare di persona in tribunale. Per cinque mesi, seduta in aula al fianco di Michael Jackson, mi sono chiesta se avesse realmente abusato di minorenni. Non mi sembrava una persona capace di farlo. Più tardi mi sono resa conto dell’esistenza di un complotto che coinvolgeva gli avvocati dell’accusa e una certa élite mediatica. Al centro, i soldi e la fama. Adesso mi chiedo cosa sia la giustizia negli Stati Uniti e nel mondo, se i media possono manipolare la verità fino a questo punto. Non c’è da stupirsi che Michael Jackson abbia lasciato gli Stati Uniti rimanendo un ‘uomo senza casa’ fino al giorno della sua morte”.


Mi sembra giusto tentare di riabilitare la figura di un uomo che non è stato capito in vita ma che ha dato tanto al mondo, indi spero che in molti leggano questo libro e capiscano quanto può essere marcio questo sistema che prima mette su un piedistallo i propri idoli e poi fa di tutto per distruggerli.


Non è affatto semplice per me scrivere questo post, chiudo mandando un abbraccio ideale a tutte le persone che come me amano Michael, con un pensiero in particolare ai suoi figli e a te che mi hai dato più di quanto tu stesso possa immaginare: Ciao Michael.




5 commenti:

  1. Sinceramente mi aspettavo un maggiore "affetto" da parte dei fan : il tributo è andato deserto q non si farà, la sua famiglia sembra ne abbia tratto grandi vantaggi da quando è morto l'unica che è in depressione è la sua scimmia per la quale i veterinari sono preoccupati...e mia figlia, una vera fan come te...

    RispondiElimina
  2. Se parli del tributo Romano ci sono delle motivaizoni per cui è andato a rotoli, quella gente voleva solo lucrarci e i fans l'hanno boicottato intenzionalmente.... ce ne sono cmq molti altri che vengono fatti in tutte le città del mondo. Certo un vero tributo come Il Freddie Mercury tribute manca.Un saluto a te e a tua figlia.

    RispondiElimina
  3. Non ero una fan di MJ, non lo sono diventata dopo la sua morte (come invece molti hanno fatto)... Però era sicuramente un grande personaggio, il ballerino migliore che abbia mai visto e un cantante eccezionale...Ps- Sono tornata, un po' a pezzi, ma sono tornata... :*

    RispondiElimina
  4. utente anonimo29 luglio 2010 22:17

    Anche io come tante altre persone ho seguito questo meraviglioso artista ed essendo una sua coetanea me lo sono veramente goduto alla grande.E' stato ed'e' perche' insostituibile il piu' grande artista di tutti i tempi e io mi sento onorata di aver potuto assistere ad un fenomeno cosi grande chiamato Michael Jackson.Purtroppo ho dovuto assistere impotente anche alla distruzione premeditata di un tale artista che a mio avviso e' stato sottoposto ad una gogna mediatica mai vista.Non solo lo hanno distrutto come artista ma lo hanno annientato come persona uccidendo il fanciullo che era dentro di lui e che lo rendeva realmente speciale e magico.Era la persona piu' buona e generosa che ci potesse essere e lo hanno attaccato usando un suo punto debole:i bambini,usando le armi piu bieche e vigliacche che ci possano essere.Gli hanno estorto milioni di dollari ma ormai la sua reputazione era finita,non poteva neanche piu' pronunciare la parola bambino perche' non aveva piu' credibilita'.Non riesco neanche ad immaginare come possa avere superato tutto questo per non parlare dell'umiliazione di fotografargli gli organi genitali,Povero angelo incompreso e frainteso forse dov'e' ora sicuramente avra' ricevuto un trattamento migliore di quello che gli e' stato riservato su questa terra.Ciao Mike angelo dalle ali spezzate non dimentichero' mai i tuoi concerti e l'atmosfera magica che vi regnava,grazie per tutte le emozioni che mi hai fatto provare e dei bellissimi ricordi che mi legano a te,.I love u 4 ever.

    RispondiElimina
  5. utente anonimo29 luglio 2010 22:22

    Anche io come tante perswone sono cresciuta con la sua musica seguendolo negli anni,era un grandissimo artista nonche' una grandissima persona da un cuore e una sensibilita' fuori dal comune e devo dire di sentirmi onorata di aver potuto assistere a questo fenomenale talento.L'unico rammarico che ho e di aver assistito impotente alla distruzione premeditata di questa persona e la cosa piu' disgustosa e' stato vedere il modo come lo hanno distrutto nel modo piu' bieco e vigliacco che ci possa essere.Avere una macchia cosi' grande addosso e malgrado fosse stato assolto da tutte le accuse di molestie sessuali non ha avuto la possibilita' di potersi riscattare.Povero angelo dalle ali spezzate,ormai aveva la reputazione rovinata grazie a gente senza scrupoli.Spero che il trascorrere del tempo gli renda giustizia anche se su di lui purtroppo rimarra' sempre un velo di sospetto.Grazie Mike per tutto quello che ci hai dato i tuoi concerti rimarrano un ricordo indelebile nella mia mente come l'atmosfera di amore e pace di cui erano pieni,

    RispondiElimina

Super Nintendo Mini

Nelle mie mani pacioccose Gia l'anno scorso Nintendo ci ha deliziato con l'uscita del primo Nes 8 Bit in versione mini....