sabato 2 maggio 2009

100mila volte grazie!

Bè che dire, quando 3 anni fa aprii questo blog non avevo aspettative a riguardo, lo feci solo per gettarmi su qualcosa dopo la morte di mio padre. Arrivare oggi a parlare di 100mila visite mi sembra strano, son più di quelle che immaginavo... ringrazio sentitamente tutte le persone che nonostante la mia latitanza continuano a seguirmi e a commentare.

Questo è un periodo particolarmente difficile per me, non pensavo proprio di arrivare a 34 così, continuo a sperare in un qualcosa che pare sempre più lontano...E nonostante mi dibatta per cambiare la situazione mi trovo sempre più imprigionato in qualcosa che non vorrei, mure altissime intorno e tanto vuoto, un vuoto siderale. Ho imparato sin troppo bene che bisogna contare solo su sè stessi, ma continuo a coltivare l'illusione/speranza, di trovare qualcuno che riesca veramente a toccare la mia anima, qualcuno che mi voglia bene oltre il momento o la comodità dell'istante... qualcuno che non mi "usi", qualcuno che sappia volermi bene senza giudicarmi.
Sono stanco di parole che perdono di significato appena finite di esser dette... stanco di quest'umanità così egoista e logora di sentimenti. Stanco di false promesse, di parole date e mal mantenute.

In questi 3 anni ho visto troppe faccie passare, tante persone andarsene, spero che i prossimi anni mi portino la serenità che merito e un minimo di stabilità in tutti i settori. Ho visto troppa cattiveria, troppo dolore, ci si fa del male, malissimo, solo perché alla fine siamo tutti così problematici, così distanti, così presi come siamo dal nostro ego e dalle nostre paure.

Mi sento così debole, mi domando per quanto riuscirò ancora a reggere questo stato di cose.

Era un pò che non vi ammorbavo con qualche mia paturnia, ogni tanto ve tocca purtroppo, spero prima o poi di non doverne sentire il bisogno, anche perché questo dovrebbe essere un post celebrativo, ma non sono capace di fare queste cose, soprattutto ora.


Vi lascio con un video veramente rivoluzionario diretto da Adam Berg per la promozione del nuovo LCD Philips Cinema 21:9, si avete letto bene 21:9, nuovo formato cinematografico con una proporzione che pare migliore del 16:9, staremo a vedere se sarà un fuoco di paglia o se detterà un nuovo standard, a voi:



7 commenti:

  1. utente anonimo2 maggio 2009 15:00

    Piri...vedrai che arriveranno tempi migliori. Non cambiare per colpa di qualcuno,perchè sei una bella persona.
    Un bacino
    Fulvia

    RispondiElimina
  2. tesoro, innanzitutto complimenti e complimenti a tuti coloro, che come me(autocelebrazione?!!?) continuano a seguirti, questo blog è molto interessante ed è piacevole esplorarlo di giorno in giorno!
    COMPLIMENTI e ti auguro che possa crescere sempre di più!

    secondariamente...
    l'affetto che ho per te è così tanto ma così tanto che quando leggo queste tue "confessioni" mi si stringe ilcuore.. VITA SORRIDIGLI CAZZO!!!
    non so chi odiare, sempre se sia colpa solo di una persona o di tutte o della società materilista e superficiale in cui viviamo.. non so, so solo che voglio sentirti ridere, ti voglio vedere allegro e rilassato, soddisfatto e sereno...
    lo vorrei per tutte le persone a cui tengo ma soprattutto per te che sei già stato così provato degli eventi che ti meriteresti di vincere alla lotteria(metaforicamente... o anche concretamente perchè no!!)..
    te lo dissi già tempo fa... se potessi ti darei io ciò di cui hai bisogno, tutto l'amore di cui sono capace... spero di dartene un pochino lo stesso, con il benestare di davide ihihihihihih....

    scherzi a parte, TI AUGURO LA NORMALITA' TESORO MIO e qualche sorpresa meravigliosa...

    ti voglio voglio voglio voglio voglio bene!!!!!

    RispondiElimina
  3. @Fulvia, ti ringrazio... però credo che un pò dovrei cambiare... almeno rifarmi più corazza....un bacio a te

    @Saretta, grazie sei stata gentilissima...non so che dire... a me piacerebbe trovare la normalità di cui hai accennato... la vincita alla lotteria metaforica, ci vorrebbe proprio...Speriamo che le cose cambino un attimo... grazie davvero, ti voglio bene pure io... un abbraccio.

    RispondiElimina
  4. Innanzitutto complimenti:-)
    E' strano perchè anch'io ho fatto un post cmq simile sebbene io ho cercato un pò di esorcizzare la mia voglia di piangermi addosso riguardo le mie vicissitudini.
    Anch'io ho subito un lutto simile qualche anno fa ed è stata una batosta terribile perchè cambia radicalmente la tua vita con conseguenze inevitabili.
    Si supera,sì,ma niente è più lo stesso checchè ne dicano tutti.
    Ho passato momenti in cui mi prendevo colpe che non avevo,in cui pensavo di soffrire troppo e in cui pensavo di non soffrire abbastanza,che non mi importasse abbastanza.
    Avevo voglia di bloccare il mondo perchè vedevo tutti andare avanti mentre io restavo indietro perchè non riuscivo ad essere come loro.
    In qualche modo mi sono abituato,ne sono uscito ma la vita è cmq diversa da allora piena di problemi e persino responsabilità che ancora adesso a 32 anni non vorrei prendermi,dico la verità.
    Lo so le parole dette da altri al di là dell'indubbio piacere che ci fanno non possono risolvere le cose dobbiamo essere noi a risolvere i nostri problemi,anche se è maledettamente difficile.
    Dobbiamo tentare,tentare e non mollare,questo è fondamentale.
    Anche se non ci si riesce,anche se si ha un carattere particolare come il mio,non bisogna arrendersi.
    Non mollare. :-)

    RispondiElimina
  5. @pirkaff, più che piangersi addosso spesso è essere realisti, o meglio, sinceri... cosa che spesso non si fa perché è meglio tentare di non vedere le cose che non vanno e convincersi che sia tutto ok... io proprio non ce la faccio e come dice qualcuno, penso che una crisi sia spesso un eccesso di lucidità... è questo il problema poi, bisognerebbe imparare a vivere più alla giornata senza eccessive aspettative idealistiche...

    Per quanto riguarda il discorso sulla perdita del genitore, purtroppo sono traumi che solo chi ci passa può veramente capire... nel mio caso ci sono anche varie aggravanti famigliari che non posso certo stare a scrivere, ma devo dire che mio padre era un pò il pilastro di casa mia... e ora è tutto molto più complicato, soprattutto dal punto di vista umano...
    Cerchiamo di non mollare, sperando che il futuro ci riservi cose migliori dai...un abbraccio!

    RispondiElimina
  6. Ogni tanto fa bene sfogarsi, no!?
    Spero davvero che la felicità passi a trovarti e resti da te :)

    RispondiElimina
  7. auguri :-)

    ps
    21:9? Ma se il "rivoluzionario" DT non riesce neanche a trsmettere in 16:9 HD che me ne faccio di altri 5? :-P

    RispondiElimina

Ciao Alita

Quando sei arrivata nella mia vita, ormai nel lontano 2003, mai avrei immaginato che tu potessi entrarmi tanto nel cuore. Devi sapere, c...