lunedì 31 luglio 2006

FOTO DA GENOVA...

Qualche settimana fa sono stato a Genova, e al relativo Acquario, vi posto qualche fotina:
*la qualità è quella che è, son fatte con il cell*


















Cliccate per ingrandirle



Per chi volesse maggiori informazioni sull'Acquario di Genova vi posto il link del sito:
http://www.acquario.ge.it/

sabato 29 luglio 2006

CHIMATA DA UNO SCONOSCIUTO - THE EYE 2&3



A rieccomi a parlare di cinema, ultimamente ho visto altri 3 film horror... oddio uno non è esattamente un horror ma un comico.... ma andiamo con ordine:




Chiamata da uno sconosciuto



Chiamata da uno sconosciuto



Remake di un film del '79 chiamato: "Quando chiama uno sconosciuto"....la storia si presenta alquanto claustrofobica.

Un'avvenente babysitter assediata da un assassino in una casa sperduta nel nulla,  la sfortunata non fa altro che riceve telefonate che le fanno sempre più presagire di essere osservata e perseguitata da qualcuno che la vuole uccidere... questo in breve l'incipit del film.
Certo non un capolavoro del genere ma abbastanza coinvolgente, il tanto che basta per farci arrivare al finale con una certa angoscia, sarà che è tutto ambientato in una casa, sarà che 'sta benedetta baby sitter si va a mettere sempre nelle situazioni più pericolose, ma è il classico film che ti fa dire:"demente non li, vai dall'altra parte!"
Insomma è sicuramente una pellicola coinvolgente, ve lo consiglio!
Nota di merito per l'assassino veramente un volto convincente...tale Tommy Flanaga, un uomo che è arrivato a fare l'attore in seguito a una  rapina con conseguente cicatrice sul volto.

                                                          


The Eye 2


The eye 2




Pellicola decente, anche se non a livello del primo... però dopo visto il recente Eye 3 che è veramente inguardabile o quasi non pretendiamo troppo va.
La storia ha molti risvolti psicologici e religiosi interessanti e fonda la sua essenza sul Buddismo.
Devo dire che al di là del poco Horror non è un film totalmente scontanto e dà qualche spunto di riflessione.

La trama non è niente di originale, la solita sciagurata inseguita dagli spiriti, con il tempo capisce che il tutto non è casuale e che la sta tormentando una presenza per reincarnarsi nel figlio che sta portando in grembo...

Nota veramente di merito per l'attrice protagonista che è di una bellezza sconvolgente, tale Qi Shu.
Non posso che postare una sua foto:


Qi Shu








Nata in Tailandia 30 anni fa, ha iniziato come modella e attrice in filmetti erotici ma ora si sta affermando come un'ottima interprete. ha vinto vari premi prestigiosi tra cui l'Oscar Tailandese il Golden Horse Award e ha lavorato con attori del calibro di Jackie Chan.
Spero di vederla presto in qualche altro film! *Ebbene si mi sono mezzo innamorato!*





The Eye 3
Infinity


The eye 3



Emmh... i fratelli Pang.. i registi della trilogia di The Eye, questa volta hanno toccato il fondo del fondo...doveva chiamare questo film"Infinita tristezza", forse avrebbe reso meglio.
La pellicola è veramente demenziale, brutta a dir poco e con pochissime scene degne di nota.

Certo se l'intento era far ridere di tristezza lo spettatore, bè i registi hanno colto nel segno...
Fenomenale la scena in cui uno sventurato scorreggia e uccide uno spirito.... oppure quando i protagonisti allontanano gli spirti con la fiatella facendo delle sorta di Hadoken alla Street FIghter.....

Direi che tra citazioni di Michael Jackson e dei precedenti film, si arriva alla fine senza ben aver capito se si è stati presi per il sedere o cosa.
Certo che visto gli altri capitoli mi aspettavo un film horror e non una commedia horror.. forse è anche questo che mi ha spiazzato tanto, anche perché il trailer non presagiva certo che potesse essere un film comico.................

Vabbè... salvo sicuramente l'originalità di alcune idee... ma per il resto è un film da dimenticare e vedere se proprio non si ha niente di meglio da fare oppure se si ha un irresistibile attrazione per il trash più trash che ci sia.





venerdì 21 luglio 2006

ULTIMI FILM VISTI

Ultimamente ho avuto modo di vedere 3 film un pò "simili" tra loro, mi riferisco a Shutter, The Dark e Silent Hill, vi posto le mie impressioni a riguardo:







Partiamo da quello che sicuramente mi ha colpito di più, Shutter.
Il primo film Thailandese che vedo, nella sua terra natia è uscito nel 2004, ma si sa che ormai il filone orrorifico orientale tira, quindi era inevitabile vederlo prima o poi anche dalle nostre parti.
Che dire, un film fatto con pochi mezzi, con un'idea apparentemente scontata ma con un finale veramente sorprendente, da brivido! Il film passa un pò lento per la prima parte e inganna, facendoti pensare che è la solita boiata sul fantasma che ti perseguita ma non è così... l'ho trovato molto interessante, ve lo consiglio, soprattutto se siete amanti del genere.
Purtroppo è in arrivo il solito remake americano, brrr, mi domando quando mai finiranno.









Altro film degno di nota, The Dark sicuramente non entrerà nella storia del cinema, ma nelle mente dello spettatore difficilmente lascerà indifferenza.
La trama all'inizio è un pò confusa, ma con il passare del tempo si è sempre più presi dal capirla, e questo è buono.
Un film che parla di abbandono, di luce, morte, resurrezione... un film dai molteplici significati.
Il finale, come in Shutter del resto, è tutt'altro che consolatorio, ma appunto per questo l'ho trovato stupendo! Ottimissima fotografia e buonissima interpretazione dei protagonisti, degne di nota le protagoniste più giovani, veramente brave! Ve lo consiglio caldamente, basta che non siete impressionabili e non state cercando un film rilassante!
Sicuramente una spanna sopra ai vari remake di film orientali!*anche perché non è un remake! XD *  Accattatevelo!








Film tratto dall'omonimo videogioco.. che dire, difficile trasportare un gioco su celluloide e spesso i risultati sono stati penosi, nel caso di Silent Hill direi che l'atmosfera c'è tutta, gli effetti sono stupendi, ottimissimo l'inizio, con l'inquetudine che ti percorre come un martello sul cuore, peccato poi per il proseguo della pellicola, per la storia semi inesistente che si spiega tutte nelle battute finali.  Musiche degne di nota, prese di peso dal videogioco, così come le ambientazioni, veramente ben ricostruite... i mostri poi sono spettacolari!
Convincenti gli attori, degna di nota la protagonista, Radha Mitchell e non solo perché molto sgnacchera!
Rimane il rammarico per la parte centrale del film, a mio avviso veramente deludente e per niente spaventosa. Un film che salvo se siete amanti del videogioco, altrimenti c'è decisamente di meglio in giro.
Nota curiosa, Sean Bean, qui fa il marito della protagonista come anche in The Dark, quest'omino dopo aver interpretato Boromir nel signore degli anelli ha deciso di darsi decisamente all'horror.


mercoledì 12 luglio 2006

ADDIO A SYD BARRETT....


Syd Barret





CAMBRIDGE (Inghilterra) - Il Co-fondatore dei Pink Floyd Syd Barrett, alla nascita Roger, è morto a 60 anni. Lo ha reso noto un portavoce anonimo dalla sua ex band, poi è giunta la conferma del fratello, che ha parlato di una morte serena a casa e ha annunciato un funerale in forma privata. Le cause del decesso sono legate secondo il sito della Bbc (manca ancora un comunicato ufficiale) al diabete, secondo altre fonti a un tumore. Barrett viveva in solitudine e isolamento da anni in una piccola casa della nativa Cambridge L'artista è stato uno dei fondatori, il primo cantante, chitarrista di punta, autore di pezzi e in definitva l'anima musicale nei primi anni della band. Dopo il primo album, The Piper at the Gates of Dawn (1967), lasciò il gruppo a causa anche dell'uso crescente di droghe e all'instabilità di comportamento, che lo classificavano come sofferente di malattie mentali vere e proprie. Negli anni '80 è stato curato nella clinica di Fulbourne, poi ha speso due anni in una struttura di accoglienza, prima di tornare nella natia Cambridge vicino a una sorella. Le ipotesi che circolano sono la schizofrenia e una forma di autismo.


Da: Corriere.it




Della morte si dicono addolorati i rimanenti Pink Floyd: «Syd era la luce che ci guidava nei primi anni del gruppo e il suo lascito continua a ispirarci».

David Bowie sul suo sito  ha rilasciato una dichiarazione dove definisce Barret la sua più grande fonte d'ispirazione.


Che tu possa riposare in pace Syd.


Un piccolo tributo a te:

martedì 11 luglio 2006

SPOT ULTIMATE GHOST'N GOBLINS








Qualcuno di voi è abbastanza grande per ricordare il mitico Ghost n'Goblins? Finalmente su PSP sta uscendo il seguito che aspetto da 15 anni! 
In attesa dell 3 agosto, data di uscita in Giappone dell'attesissimo Ultimate Ghost'n Goblins per PSP, eccovi un divertentissimo spot pubblicitario:
QUI



Vi lascio anche il sito ufficiale del gioco, molto ben fatto e zeppo di filmati: Qui

Che dire? non vedo l'ora di metterci le zampette sopra! *___*

lunedì 10 luglio 2006

UNA PICCOLA CITTà IN FESTA




La qualità delle foto è quella che è, ma vedere una piccola città come Abbiaegrasso tanto in festa non è cosa di tutti i giorni, difficilmente dimenticherò la serata di ieri, e non solo per la partita dell'Italia. Tra l'altro penso la partita che meno di tutte meritavamo di vincere, ma si sa che la vita gira spesso in modo inaspettato e che ci dà quando non meritiamo e ci toglie quando meritiamo.

Forza e onore agli azzurri quindi, nella speranza che sia un buon segno per un nuovo inizio...













Cliccate per ingrandirle

venerdì 7 luglio 2006

7 - 7 - NANA

NANA

Oggi è il 7/7 forse a molti di voi questa data non dice niente ma i fans di Nana, l’omonimo manga di
Ai Yazawa, sanno bene cosa significa. Non a caso Nana sta per 7 in Giapponese e proprio oggi esce nella terra del Sol Levante il primo volume dei DVD dell’anime e il CD della colonna sonora!
 


Eh sì, perché dopo quella mezza schifezza del Live Movie, finalmente i Giapponesi hanno pensato bene di fare una serie animata  di una delle opere migliori di Ai Yazawa.



Nana



La storia, per chi non la conosce, narra le vicende di due ragazze con sogni diversi ma con lo stesso nome. È il destino a farle incontrare a bordo di un treno diretto a Tokyo, dove avrà inizio un'amicizia molto intensa e profonda.
Giunte a Tokyo le due ragazze si dividono, una raggiunge il ragazzo che ama, l'altra si allontana da sola. Ma non tarderanno ad incontrarsi ancora. Il destino le porterà a condividere lo stesso appartamento, tanto per cambiare il numero 707. Qui comincia la convivenza di Nana Komatsu, dolce, sensibile, desiderosa di protezione e preda di amori facili e veloci e di Nana Osaki, una ragazza con le idee chiare, grintosa e determinata a sfondare nel mondo della musica..




NANA




Dopo questa doverosa introduzione devo innanzitutto ringraziare un’amica per avermi informato dell’esistenza dell’anime *per dirla alla Giapponese* di Nana, grazie Manu!
Per ora sottotitolati in Italiano si trovano i primi 12 episodi, e devo dire che l’anime è veramente ben fatto… la Madhouse questa volta non mi ha deluso… il chara è rispettoso dello spirito dei personaggi e la serie è fedelissima al manga!


Anche la colonna sonora è piuttosto buona, anche se forse l’avrei fatta un attimo più “ruvida” contando soprattutto che la nostra Nana ama molto i Sex Pistols.


Finalmente un’opera animata fedele il più possibile a un manga di Ai Yazawa!!
L’anime di Paradise Kiss *sempre della Madhouse* mi aveva lasciato abbastanza indifferente, sì certo disegnato bene, ma i personaggi erano troppo lontani dallo stile della Yaza, anche se la colonna sonora era molto carina.



Nana



Tornando all’anime di Nana, la sua messa in onda non è passata inosservata in Giappone, la serie ha avuto il suo debutto il 5 aprile del 2006, e come ben saprete i toni della storia sono abbastanza adulti, bene, nonostante in Giappone l’anime vada in onda a mezzanotte la messa in onda ha attirato le ire della’Associazione Giapponese contro il fumo, a loro dire “il numero di giovani fumatrici è in continuo aumento in tutto il mondo.
A causa di ciò, l'industria del tabacco sta allargando il mercato verso le donne, diffondendo pubblicità in cui il messaggio dominante suggerisce che fumare è di moda”. Nana, grazie alla sua “estrema popolarità tra le adolescenti e le ventenni, rende più facili da accettare messaggi legati al fumo”.

Inutile dire che nell’anime si vedono spesso i protagonisti fumare sigarette di marche esistenti, L'Associazione ha chiesto che tutte le scene della serie animata in cui sono presenti sigarette siano cancellate entro il 30 giugno 2006."


Nana


Ora non so ancora bene com’è finita questa storia ma sicuro vi terrò aggiornati, trovo un po’ esagerata la cosa, voglio dire se una persona inizia a fumare perché vuole emulare un cartone animato secondo me sta messa un po’ male, senza contare che la fascia oraria dovrebbe essere a prova di “bambina rincoglionita”, vabbè che ho conosciuto delle 25 enni con il cervello di una di 8 ma facciamo finta di niente va. 



Chiudo il discorso sulla serie animata postandovi un pò di link, eccovi il sito della serie televisiva che mostra subito una Nana intenta a fumare, tanto per non smentirsi: Qui
Link per vedere il video della sigla d'apertura della serie:

E quello finale:



In concomitanza con questa data simbolicamente importante per Nana, oggi esce anche il gioco per PSP dedicato alla nostra rockettara preferita, se volete vedere qualche screen sul sito: Qui
Mi sembra una sorta di party game con i personaggi di Nana, peccato che sia totalmente in Giapponese, vedrò di procurarmelo ma dubito che sia molto giocabile. 


Concludo questa viaggio nel mondo di Nana postandovi qualche foto del meraviglioso Artbook appena uscito, devo correggere ciò che scrissi in un passato post, costa veramente poco per ciò che offre, finalmente la Planet manda fuori qualcosa di fedele all'edizione originale!




                                                















Cliccate per ingrandirle!

lunedì 3 luglio 2006

MEDIASET E LE SUE CONTRADDIZIONI..





Non riesco a capire come mai ogni volta che viene mandato un anime *cartone giapponese* su Mediaset viene tagliuzzato e rimodellato a seconda di canoni di pudore che ancora non mi sono ben chiari, cambiando nomi ai personaggi, doppiando le serie in modo piatto e censurando qualsiasi cosa può anche solo vagamente urtare lo spettatore... poi ci sono serie Americane come I Griffin che non vengono censurate e vengono trasmesse alle prime ore del pomeriggio come se fossero un cartone animato tranquillo e adatto a un bambino, quando notoriamente contengono temi piuttosto scottanti, parolacce e quant'altro...








Sia ben chiaro, adoro I Griffin e ben venga che vengano trasmessi, ma non in quella fascia oraria! Oggi hanno censurato malamente un "puttana" tanto per dire.. invece appena appare un pò di sangue in un'anime viene subito censurato...non capisco questa diverso trattamento sinceramente...

Son domande che temo non avranno mai una risposta concreta.... nemmeno scrivendo una mail a quelli di Mediaset me sa.... e quando mai mi risponderanno poi? :D


Vabbuò, torno ad ascoltare l'ost di Nana che è MOLTO meglio.